Posted on Lascia un commento

Acquista le scarpe Gucci Autunno Inverno 2018 alla replica della Settimana della Moda di Milano

 copia la scarpa gucci serie autunno inverno 2018 alla settimana della moda di Milano si è trasformata in ispirata dall’uso dell’al di là. “Dobbiamo permettere al settore di non attraversare così rapidamente. se lo fai, non ti replichi, e in questi casi vogliamo riflettere meglio “, ha affermato l’innovativo direttore Alessandro Michele.

Inoltre ha molestato “Sto cercando di osservare le mie regole, ora non le politiche di stile”, che si è conclusa in una collezione di scarpe di molti tipi che include sandali decorati in cristallo, Mary-Jane con perle, scintillanti e mocassini borchiati, pompe con spike ricamati a forma di drago, stivali di pitone e così via, tutti parte del suo “prato da alchimista” come lo chiamava Michele.

Ci sono state le pompe con cinturini alla caviglia stimolati dall’orientalismo con ricami a forma di drago sulla cima a pipa dorata. Spike e borchie dorate sui talloni in acciaio semi-acciaio incrostati e strass restituiti più adatti all’efficacia e all’arricchimento dei prezzi.

Gli stivaletti metallici con punta a punta sono ricamati con una flora che ruota su cristalli e borchie. I bordi superiori sovrapposti sono rifiniti con una fila di strass scintillanti.

decorazioni extra possono essere scoperte sui mocassini che offrono cinturini borchiati, tomaia in pelle borchiata e scintillante, fibbie in metallo pesante, pietre scintillanti suola esterna e spruzzi ovunque sui talloni dei blocchi.

Ouroboros, lo storico simbolo egiziano di un serpente che ingerisce la propria coda, viene richiamato nelle note di  replica stivali Gucci dell’autunno  2108 come collegamento con la ripetizione di stile. “La creatività è qualcosa che appartiene all’individuo che possiamo mantenere un marchio”, ha detto Alessandro Michele. “Crei in ogni occasione una storia – è una bancarotta. [Il tuo] gusto è il [tuo] sapore … la ripetizione non suggerisce che non è nuovo, la ripetizione significa che potrebbe esserci qualcosa di raffinato e straordinario, capovolto. È come l’amore. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *